VOTO DIGITALE

Quattro chiacchiere con Cassandra – Rubrica digitale a cura di Marco Calamari

Cassandra Consiglia La Guida Hermes al voto digitale

Sul voto digitale tutti hanno opinioni precise, spesso troppo precise e non abbastanza meditate; ecco un testo che affronta l’argomento dal punto di vista dei diritti civili

Scusatemi!
L’idea del voto digitale, di cui sentii parlare per la prima volta molto tempo fa, mi affascinò immediatamente; sembrava una cosa che avrebbe cambiato il mondo in meglio, che avrebbe sostituito la scheda cartacea, vecchia, arretrata anzi primitiva con il progresso stesso, velocizzando, facendo risparmiare, evitando errori e brogli e rendendo più sicuro il cuore della democrazia.

Madornale errore!
Ci sono voluti anni per capire che la fascinazione era una questione di modernismo ad ogni costo, che si trattava solo di una tecnologia interessante e sofisticata, anzi davvero “bella”. In realtà il voto digitale è una soluzione in cerca di un problema che non c’è.

Il voto cartaceo è una tecnologia supercollaudata, economica, che tutti conoscono e che può essere realizzata e controllata da chiunque.
Al contrario, come tutte le novità, il voto digitale introduce nuove criticità; la più importante è la sottrazione di un processo vitale per la società democratica al controllo di tutti.

 Un sistema computerizzato, se ben progettato, è un inno alla semplicità e alla velocità. Il futurista Marinetti certo l’avrebbe amato subito. Ma è anche la negazione della semplicità, della trasparenza e dell’accessibilità.
Nasconde la complessità dietro una falsa semplicità; come tutti i sistemi complessi è difficile da progettare e realizzare. Nasconderebbe quindi gli inevitabili errori, i nuovi problemi e altrettanto bene i nuovi brogli.
Infatti come tutte le “zone d’ombra” apre, anzi spalanca la porta, alla possibilità di manipolazioni che sarebbero molto difficili da scoprire e denunciare.Ci ho messo forse dieci anni per accorgermi di aver sbagliato clamorosamente; scusatemi.
Che l’anima della matita copiativa possa custodire sempre il nostro voto.
[pdf-embedder url=”https://www.aneddoticamagazine.com/wp-content/uploads/LaGuidaHermesAlVotoDigitale_v1.0.pdf”]
Marco Calamari
Marco Calamarihttp://www.cassandracrossing.org
Cassandra ha iniziato a pubblicare videocommenti; anteprime di articoli in preparazione, commenti a quelli gia' pubblicati od al "fatto del giorno", persino storielle del mondo piccolo di Cassandra. Qualita' video molto bassa, niente green screen od animazioni, location dove capita, e cosi' via; speriamo che il loro contenuto giustifichi i minuti spesi per ascoltarli. Marco Calamari: ingegnere, classe 1955, talvolta noto come "Cassandra", a 18 anni dovette decidere se comprarsi una macchina usata od un pc. Scelse il pc e da allora non si e' ancora completamente ripreso. Lavora come archeologo di software legacy in una grande multinazionale, ma e' appassionato di privacy e crittografia in Rete, dove collabora a progetti di software libero come Freenet, Mixmaster, Mixminion, Tor & GlobaLaks. E' il fondatore del Progetto Winston Smith e tra i fondatori dell'associazione Hermes Centro Studi Trasparenza e Diritti Umani Digitali. Dal 2002 organizza il convegno "e-privacy" dedicato alla privacy in Rete e fuori, ed e' editorialista di "Punto Informatico" e "ZeusNews, dove pubblica la rubrica settimanale "Cassandra Crossing". Scrivere a Cassandra - @calamarim Le profezie di Cassandra: @XingCassandra Videorubrica "Quattro chiacchiere con Cassandra" Lo Slog (Static Blog) di Cassandra L'archivio di Cassandra: scuola, formazione e pensiero

Latest articles

Related articles

Leave a reply

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.