VESTIRE ALLA CARLONA

dizionario

L’espressione vestire alla carlona, usata per indicare un modo di vestirsi nn elegante,

trascurato o addirittura trasandato, trae la sua origine da alcune abitudini a dir poco anticonformiste

del re Carlo Magno.

Ci sono pervenute molte informazioni interessanti sull’aspetto esteriore e sulle abitudini

di tutti i giorni di questo straordinario sovrano,

che fu incoronato dal papa come imperatore del Sacro Romano Impero.

Come riportato da Eginaldo, il suo biografo, Carlo Magno, che dagli amici era chiamato Carlone,

o anche il buon Carlone, aveva corporatura possente e statura elevaya,

occhi grandi, un naso tutt’altro che piccolo e un collo corto e possente.

Era un uomo molto intelligente e dal carattere gioviale;

era un guerriero abile, un politico lungimirante e un cacciatore valente.

Possedeva una volontà ferrea,

era moderato nel mangiare e nel bere e non amava indossare vestiti lussuosi.
A tale proposito si racconta che un giorno, dimenticatosi di avere fissato una festa a palazzo,

si presentò al ricevimento indossando l’abito usuale

che risultava inelegante e del tutto inadatto all’occasione.

Comunque, tutti lo giudicarono stravagante, originale e conforme al carattere del sovrano,

ritenuto dagli amici un burlone e un simpaticone.

Da allora si usa dire “vestirsi alla carlona” o più in generale “fare le cose alla carlona”

a significare il modo di agire improvvisato e irriflessivo di chi prende le cose come vengono.

Latest articles

Related articles