Invidia dell`italiano e involuzione sessuale ed estetica: 

una poco seria esposizione sui generi sessuali tedeschi e la storia

 

Attenzione: contiene 2 parolacce e un paio di battute e allusioni politicamente scorrette

Quando un ometto tedesco si immagina un italiano, nei suoi occhi si accende subito un`impercettibile scintilla d`invidia. Perche` l`italiano e`, per definizione teutonica, un macho, un vero duro. E` bello anche se non alto, gira spavaldo e abbronzato, con i capelli pieni di gelatina e il pelo nero sul petto. L’ uomo italico mangia anche tanti spaghetti che gli servono da carburante per gli innumervoli amplessi con le femmine, numerose e tutte ai suoi piedi.

Ah, povero, povero ometto tedesco, come vorrebbe essere un uomo italiano, invece no, niente e` piu` lontano dal suo essere. In Germania infatti gli uomini si aggirano con sguardi da teneri o isterici coniglietti spaventati, e i veri uomini, quelli coi pantaloni, il pelo sul petto, gli spaghetti e gli innumerevoli amplessi, quelli sono le donne tedesche, si, le donnone crucche. Le donne tedesche sanno fare tutto, da montare una ruota di scorta a costruire una baita in legno lappone, da cucire una sciarpa per giraffe a cucinare giapponese. Le vedi al mattino in biciletta sotto la pioggia scrosciante con due bambini impermeabilizzati, uno dietro e uno davanti del peso complessivo di 70 chili, piu` una cassa di birra in equilibrio sul manubrio e il polpaccio nudo e gonfio che trionfa come un trofeo sul pedalino.Che spettacolo.

Le donne vincono. Non c` e` piu` il cancelliere, ma la cancelliera Angela, e il sindaco di Berlino, la capitale del Reich, e ` dichiaratamente Omosessuale. Evviva, Berlino e` la capitale dei Gay, ci sono piu` Gay che etero maschi oramai ma e` meglio cosi`, visto il processo di degenerazione dell`eterosessuale maschio tedesco.

Eppure io mi ricordo di tempi migliori, forse neanche troppo lontani (anche se molti fingono che siano passati secoli,chissa` perche`), i tempi d`oro dell`uomo tedesco: ah, come era bello!! Ariano, virile ginnico biondo stallone, pronto a conquistare il mondo diffondendo la sua razza a suon di mani tese verso l`alto e strillacci.

Che vi e` successo, bei barbaroni biondi, ohime`? Tutta colpa di quel bassettino austriaco invidioso della vostra bellezza chiamato Adolfo. Si sa che i belloni sono stupidi.

Cosi` Adolfo, isterico ma furbo,se ne e` arrivato e ha imbambolato i bamboloni e spediti al macello, come tenenti, soldati, Artiglieri, bombardieri. E cosi` mentre i belloni facevano la guerra, le donne tedesche imparavano a fare tutto da sole e dovevano, ecco la prima parolaccia, tirare fuori i coglioni.E cosi` ora capite la storia. I bamboloni son tornati dalla guerra sciancati, mutilati e depressi e traumatizzati. Non solo. Con il grande senso di colpa di avere combattuto dalla parte sbagliata, quella perdente, e quella degli stronzi (un`altra parolaccia, per dindirindina, ma in questo caso ci sta proprio).

E mentre le donne a Berlino frugavano tra le macerie e ricostruivano la citta`, gli uomini tedeschi si son beccati i complessi di inferiorita` statosferici, e sono diventati quello che sono oggi, fondamentalmente bevitori di birra.

E ora c` e` solo da sperare che la cancelliera spedisca le donne in qualche guerra falsa ( esistono guerre giuste?mm) cosi` gli uomini impareranno di nuovo a fare tutto da soli e tireranno di nuovo fuori i muscolazzi davanti alle amazzoni debilitate da nuovi sensi di colpa. Ma a che pro?

E poi, come sappiamo, la storia non si ripete mai uguale.

In Italia non tornerebbe mai per esempio una dittatura simile a quella mussoliniana, con un omettino megalomane che si prende tutto il potere.

Ahahahahah.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.