Home ATTUALITA' Un manuale per trovare le proprie origini

Un manuale per trovare le proprie origini

E’ uscito in libreria “L’ANTENATO NEL CASSETTO” di  Luca Sarzi Amade’

L'antenato nel cassetto

Come svolgere ricerche sui propri antenati? Luca Sarzi Amadè, giornalista e scrittore, mette a disposizione l’esperienza di oltre quarant’anni di ricerche, in un libro, pensato per chiunque desideri affrontare un’indagine anagrafica. Nasce così “L’antenato nel cassetto. Manuale di scienza genealogica” (Mimesis Edizioni, 28 euro). 350 pagine, 14 capitoli, centinaia di illustrazioni commentate, affrontano la struttura della parentela, l’archivio dell’anagrafe, quello della parrocchia, quello del vescovato, e via dicendo, a mano a mano che la ricerca progredisce, fino ai più incomprensibili faldoni dell’archivio notarile e degli archivi militari e carcerari.

Non mancano le curiosità. Tra queste l’albero di Cristoforo Colombo, da cui si evince che lo scopritore delle Americhe non è quello cui sono intitolate strade e piazze, ma un suo cugino omonimo, sconosciuto alle enciclopedie. Oppure il capitolo che svela l’origine dei cognomi. Scopriamo così che il cognome Sforza, nel Rinascimento, accomunò i duchi di Milano a una “nobile” famiglia gitana! Sì, avete capito bene; infatti il volume tratta anche le così dette “minoranze”: zingari, albanesi, ebrei, valdesi, greci e altri ancora costituiscono alcune delle infinite “diversità” dell’Italia. Secondo lo spirito di Sarzi Amadè, nessuna regione d’Italia è stata esclusa dalla trattazione. Il libro si sofferma così sulla civiltà pastorale del mezzogiorno come sul variegato entroterra della Barbagia, raccontando singoli casi (eretici, sospetti tali, trovatelli): non mancano episodi di fanciulli non battezzati per distrazione e che poi tentavano la strada del seminario.

Come trovare antenati guerrieri, meccanici, o preti? L’autore vi accompagna passo passo, spiegandovi anche come districarvi tra le centinaia di siti internet dedicati alla materia (ed evitare le truffe). E non mancano preziose indicazioni su come proseguire la ricerca, all’occorrenza, in qualunque altro Paese del mondo. Pensiamo ai milioni di italiani emigrati dopo l’unificazione d’Italia, o alle famiglie invece immigrate nei secoli da Spagna, Francia, o magari Polonia o Ungheria.

E poi c’è la ricerca genetica, che permette, con un prelievo di DNA dalla vostra saliva, di svelare il vostro ceppo di provenienza (greco, arabo, celtico, slavo…) e il relativo percorso nei millenni. Il manuale è pensato sia per il lettore esperto, sia per il principiante. Ciò impone un linguaggio semplice, paragrafi brevi, con titoli vivaci, cui sia aggiungono i glossari (quello delle abbreviazioni ricorrenti nei manoscritti d’epoca compendia oltre 500 voci). E se siete ancora scettici, vi basti l’enfatica prefazione di uno storico di fama internazionale, come Franco Cardini.

Il libro (28 euro) è edito da Mimesis; è reperibile in qualunque libreria, oppure via internet (http://mimesisedizioni.it/l-antenato-al-cassetto.html).

Per saperne di più, c’è la pagina Facebook: https://www.facebook.com/Lantenato-nel-cassetto-1549578935315316/?fref=ts   ma anche il blog dell’autore: http://lucasarziamade.blogspot.it/2015/04/finalmente-il-nuovo-manuale-di.html

A meno di vent’anni teneva una rubrica su “La Repubblica”. Ha inoltre collaborato con la Rai; “Paese Sera”; “Il Giorno”; “Famiglia Cristiana” e altre testate. Ha dedicato alla sua città, o meglio alle sue periferie, due libri principali: “Milano fuori di mano”, la guida alle zone decentrate, con prefazione di Enzo Jannacci (Mursia, 1987) e il divertente “Milano in periferia” (Mursia, 1991), che raccoglie tradizioni e scorci di vita della periferia milanese di ieri e dell’altro ieri. Ha condensato i suoi decenni di esperienza nel campo delle ricerche genealogiche nel manuale “Come svolgere ricerche sui propri antenati”, (Mursia, 1995), di cui è ora disponibile la nuova edizione, radicalmente rinnovata e aggiornata, dal titolo “L’antenato nel cassetto. Manuale di scienza genealogica” (Mimesis Edizioni, 2015, prefazione di Franco Cardini). La sua opera forse più meditata (“mai abbastanza” precisa l’Autore) è la biografia “Il duca di Sabbioneta” (prima edizione: SugarCo, 1990, premio internazionale di Letteratura Città di Milano, 1991; editio maior: Mimesis Edizioni 2013, premio letterario “Il Ponte” 2014).

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Content is protected !!
Exit mobile version