PINOCCHIO, O L’EVOLUZIONE DELLE SPECIE

Pinocchio

Con argomenti che non hanno nulla di scientifico, nelle scuole di ogni grado, si insegna che la teoria della evoluzione delle specie http://it.wikipedia.org/wiki/L%27origine_delle_specie sia la verita scientifica sugli esseri viventi.

Ebbene, il Trilemma di Munchhausen

e’ un termine usato in epistemologia per evidenziare l’impossibilita’ di provare qualsiasi verita’ perfino nel campo della logica e della matematica.

Il termine e’ stato creato dal filosofo Hans Helbert  e usato da Karl Popper 

in riferimento al problema del “bootstrapping” seguendo la storia del Barone di Munchhausen che tira fuori se stesso ed il cavallo su cui monta, tirandosi fuori dalle sabbie mobili per un capello.

Il termine si riferisce al Trilemma del “dogmatismo, della regressione infinita e dello psicologismo.

Quando per una affermazione che ci chiediamo se sia vera, dobbiamo fornire almeno una prova e

allo stesso tempo, quindi, dobbiamo fornire prova della prova e di ogni prova seguente.

Il Trilemma di Munchhausen dice che abbiamo solo tre opzioni per fornire prova:

a) l’argomento circolare, in cui affermazione e prova si suportano l’una con l’altra, fino a quando cominciamo a ripeterci sullo stesso argomento;

b) l’argomento regressivo, in cui ogni prova richiede una prova ulteriore ad infinitum (cioe cominciamo a dare prove su prove);

c) l’argomento assiomatico, che si basa su precetti accettati, ossia su verita’ talmente evidenti che possiamo considerare vere anche se non possono essere dimostrate.

Inoltre, la teoria della corrispondenza della verita’

afferma che la verita’ o la falsita’ di una informazione e’ determinata solo da come questa si relaziona con il mondo e se descriva accuratamente o meno quel mondo.

Questa teoria si contrappone alla teoria della corrispondenza della verita’ che ritiene che la verita’ o la falsita’ di una affermazione sia determinata dalla sua relazione di coerenza all’interno di uno specifico insieme di affermazioni, proposizioni o credenze.

Ebbene, la teoria di Darwin e dei suoi seguaci non usa nessun argomento circolare, regressivo o assiomatico per giustificare la verita’ delle loro asserzioni.

La Teoria della evoluzioni delle specie di Darwin e’ una favola che non presenta nessuna motivazione scientifica. Essa ha lo stesso valore scientifico della favola di Pinocchio che si evolve da burattino in bambino.

La favola di Pinocchio, pero’ e’ molto piu’ bella della favola darwiniana e tutti sanno quanto la bellezza della teoria conti nella ricerca della verita’.

Il burattino nutre sentimenti umani, con tutti i suoi pregi e difetti. Pinocchio si evolve per un atto d’amore, l’amore di Geppetto, della Fata turchina e di quanti considerano quel burattino un “delizioso impunito” con sentimenti umani. Ma il termine “amore” non compare mai nel lavoro di Darwin, cosi’ come non compare mai in nessun testo scientifico. I “sedicenti scienziati” materialisti nella loro indagine osservano solo la “materia”, termine che neanche ha una decisa definizione in fisica, perche’ nel loro ottuso meccanicismo non solo non esiste il termine amore, ma neanche quello di “intelligenza”. Per loro tutto cio’ che ha una massa o energia e tutto cio’ che, pur senza massa, appartiene al mondo fisico ha la capacita’ della “Creazione”. Costoro ostinatamente affermano che dalla materia si e’ evoluto tutto, persino l’inteligenza. Ebbene, questi sono fuori da ogni grazia di Dio e della Logica. Solo da una Intelligenza puo’ arrivare “creazione”. E’ l’Intelligenza che creare la materia, non viceversa.

Le specie descritte da Darwin non sono create dalla evoluzione, ma da una Intelligenza, a meno che non si voglia affermare che evoluzione implica Intelligenza.

L’intelligenza e’ presente non solo negli esseri umani, ma anche negli animali, nei vegetali e persino nella materia inorganica. Idrogeno ed ossigeno, quando si combinano in perfetta armonia (cioe’ con intelligenza) generano il bene piu’ prezioso per la vita: l’acqua. Ma quando questi due elementi sono costretti a combinarsi forzatamente (cioe’ negazione di ogni intelligenza) generano una deflagrazione di inaudita potenza.

Ma non sono questi, cari lettori gli argomenti che vengono proposti nelle scuole pubbliche per educare i nostri figli. Nell’educazione di Stato si insegna che la teoria di Darwin e’ una verita’ e che “sedicenti” scienziati sono solo alla ricerca dell’anello mancante.

L’unico anello di cui hanno bisogno questi impostori e’ quello al collo che li leghi al loro senso di responsabilita’ e serieta’, perche’ la ricerca della verita’ con qualsiasi tecnica la si voglia eseguire (scienza, filosofia, matematica, logica) e’ una cosa seria e non un mestiere per fare soldi.

La scienza spiega il “come” di un evento; la filosofia si pone il “perche’” di un evento; la logica si pone la “razionalita’” di ogni descrizione, mentre la matematica genera la “fantasia” di un futuro evento.

Rivolgo appello a tutte le persone di buona volonta’ di denunciare a tutte le Procure della Repubblica di propria competenza questa violenza “di Stato” che si verifica nelle scuole a danno morale dei nostri figli. Rivolgo appello a tutte le persone di buona volonta’ di farsi carico di sostituirsi alla scuola nell’educazione dei figli su questi argomenti. Lo scrivente rimane umilmente a disposizione per qualsiasi aiuto potesse essere necessario.

Enrico Furia

17 gennaio 2015

(L’immagine e’ tratta da “Le avventure di Pinocchio visto da Enrico Mazzanti”, Firenze, 1883)

admin
admin
uri=https://www.aneddoticamagazine.com/paolo-facetti.rdf&nocache=1"> Profilo FoaF

Latest articles

Related articles