ORIGINE DELLE ESPRESSIONI “IL TALLONE DI ACHILLE” ED “IL TENDINE DI ACHILLE”

Achille è uno dei personaggi più famosi della mitologia greca, la cui popolarità è dovuta soprattutto all’Iliade che, essendo il poema più letto di tutta l’antichità, contribuì a rendere celebre la figura dell’eroe.
Egli era figlio di Peleo, re della Tessaglia, e della ninfa Teti che, volendo sottrarre al figlio gli elementi mortali portati da Peleo, immerse il bambino in un fiume infernale che aveva il potere di rendere immortale ogni essere vivente: lo immerse dunque completamente, sorreggendolo però per il tallone, che rimase quindi l’unico punto in cui l’eroe potesse essere ferito o ucciso.
Da questo episodio leggendario è derivato il significato della locuzione “tallone di Achille” usata per indicare il punto debole di una persona o di un sistema difensivo; inoltre, è stato denominato “tendine di Achille” il tendine situato nella parte posteriore del calcagno, che collabora al movimento del piede.
Per quanto riguarda Achille, poi, fu proprio il suo tallone ad essergi fatale. La leggenda narra che i Troiani, dopo che l’ere aveva affrontato ed ucciso Ettore in duello, non pensavano ad altro se non a vendicarlo uccidendo Achille. Così, sfruttando il fatto che l’eroe si era innamorato di Polissena, la bellissima figlia di Priamo, Paride ordì un tranello per vendicare il fratello ed eliminare ilpiù forte dei Greci. Fingendo che Polissena ricambiasse l’amore di Achille e volesse incontrarlo, il troiano gli inviò una lettera in cui la donna lo invitava ad un appuntamento; ad attenderlo però, Achille non trovò Polissena ma l’arco abile di Paride che lo ferì a morte, colpendolo al tallone, l’unico punto in cui l’eroe era vulnerabile.

Latest articles

Related articles