ORIGINE DELLA PAROLA “OK”

ok

La parola inglese “okay” con cui siamo soliti esprimere il nostro assenso è la soluzione grafica  della sigla O.K. sull’origine della quale hanno indagato e discusso per anni gli stessi Statunitensi che ne sono indubbiubbiamente gli inventori. Circa una ventina di tentativi sono stati fatti per arrivare a spiegarne l’origine, fino a quando si è arrivati alla soluzione definitiva del problema.
Il 1840 fu per gli Stati Uniti anno di elezioni presidenziali. Si erano candidati il signor Martin Van Buren, democratico e presidente in carica ed il generale Henry William Harrison, repubblicano.
Si era accesa la solita lotta accanita e pittoresca, propria di queste elezioni americane. Il comitato che sosteneva la rielezione di Van Buren, dovendosi scegliere un nome, come d’uso, pensò di adottare quello del paese nativo del candidato, Kinderhook, un villaggio della valle dell’Hudson  nello Stato di New York e si battezzò, infatti, “Old Kinderhook Club”. Il nome fu presto abbreviato in “O.K. Club” ed abbreviato ancora in O.K. semplicemente. La prima riunione del comitato si tenne il 24 marzo 1840 e in quel giorno nel cielo statunitense riecheggiò di O.K. dall’uno all’altro oceano. Questa sigla, facile, breve, martellante, divenne presto il simbolo e grido di battaglia del comitato elettorale e suonava come, si capisce, un auspicio immancabile di vittoria. Dopo che era divenuta un felice motto augurale, la sigla mantenne il suo significato ottimistico persino dopo la sconfitta di Van Buren, che era stato messo in minoranza come primo responsabile di una grave crisi finanziaria che angustiava il paese. Popolare come ormai era, questo O.K. non tardò a passare dal linguaggio politico in quello comune come formula di approvazione e di consenso, e dopo che si era divulgato in tutti i paesi di lingua inglese, invase nella seconda guerra mondiale l’intera Europa. Fu diffuso dalle truppe statunitensi e divenne così d’uso internazionale. Del resto, già da qualche anno prima, nel 1932, la conferenza delle telecomunicazioni di Madrid aveva adottato la siglia O.K. come segnale internazionale col significato di “sta bene”.

———————————————————

Latest articles

Related articles