ORIGINE DEL TERMINE “IDENTIKIT”

DBCooper

DBCooper

Il termine inglese “identikit”, usato in maniera ricorrente, e pronunciato in modo sbagliato (si pronuncia “aidentikit”), è una parola composta da due termini: il primo “identification” (identificazione) e il secondo “kit”, che indica la cassetta degli attrezzi del mestiere. Identikit significa quindi alla lettera “attrezzatura per il riconoscimento”. In senso lato, indica il procedimento con cui le polizie di tutto il mondo cercano di ricostruire l’immagine del volto di una persona con i tratti somatici indicati da testimoni oculari.
Questa particolare ricostruzione somatica può essere realizzata a mano, con la fotografia, o con entrambi i metodi. Gli esperti, attraverso le indicazioni dei testimoni, sovrappongono con grande pazienza e con vari tentativi i diversi elementi del volto e con questo procedimento ottengono l’aspetto più o meno somigliante a quello della persona cercata.
Questo sistema di identificazione fu escogitato da Hug Mac Donald, un arguto funzionario della polizia di Los Angeles e, con i dovuti perfezionamenti, fu adottato da tutte le polizie del mondo. Con l’avvento dell’informatica, la tecnica è diventata ancora più sofisticata ed attendibile, perchè può avvalersi delle enorme possibilità grafiche del computer.