L’inverno del loro scontento

       Nel durissimo inverno 1864-1865, l’ultimo del conflitto, i ranger del 43rd Virginia Cavalry Battalion, al comando di John Singleton Mosby, si trovarono ad operare nella valle dello Shenandoah in condizioni mai conosciute in precedenza: costante presenza unionista e appoggio sempre più tiepido da parte della popolazione, che certo condivideva la causa confederata, ma aveva paura delle terribili rappresaglie dei nordisti, i quali – in base a uno stile poi consolidatosi negli anni a venire – non facevano distinzioni nel colpire.
       Così, isolati e oggetto di perdite sempre più gravi, gli uomini di Mosby dovettero affrontare un duro inverno, ormai certi dell’esito negativo del conflitto e spesso rattristati dalla morte di commilitoni, che non erano solo compagni d’armi, ma amici, fratelli, cugini, compaesani. Il reclutamento locale del battaglione, infatti, ne aveva riempito le file di giovani ventenni e trentenni che venivano tutti dalla stessa area della Virginia.
       Anche i funerali dei caduti dovevano essere celebrati la notte, al chiarore della luna e lontano da sguardi indiscreti e da potenziali minacce unioniste, come risulta da questo famoso ed emotivamente partecipe dipinto di John Paul Strain.

 

Piero Visani
Piero Visanihttp://derteufel50.blogspot.de
Aosta, 25/07/1950 - Torino 12/04/2020 Articoli

Latest articles

Related articles

Leave a reply

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.