La battaglia di Saalfeld

      Piccolo ma significativo scontro combattuto tra Francesi e Prussiani il 10 ottobre 1806, quattro giorni prima delle due grandi battaglie di Jena e Auerstadt.
       Le forze prussiane, circa diecimila uomini al comando del principe Luigi Ferdinando, attaccano il corpo d’armata francese al comando del maresciallo Jean Lannes. L’attacco è condotto con vigore, ma i francesi sono troppo superiori di numero e i prussiani sono rapidamente costretti a battere in ritirata.
       Luigi Ferdinando cerca di bloccare la fuga dei suoi, ma gli ussari francesi riescono ad isolarlo dal grosso delle sue truppe, in compagnia di due soli aiutanti da campo. Il maresciallo Guindet, del 10° reggimento Ussari, lo scambia per un ufficiale superiore e gli intima la resa, pena la morte. Luigi Ferdinando reagisce con un fendente, che il maresciallo, provetto spadaccino, para abbastanza facilmente, rispondendo con una stoccata al petto del principe, che muore sul colpo.
      Questa nobile morte da soldato non può far dimenticare che Luigi Ferdinando era soprattutto un ottimo pianista e un allievo di Ludwig van Beethoven. La sua virulenta ostilità antifrancese e il suo rango lo portarono in un luogo – il campo di battaglia di Saalfeld – che era adatto al suo ruolo e al suo lignaggio, ma forse meno alle sue effettive capacità militari. Aveva solo 34 anni. Il maresciallo Lannes gli fece tributare gli onori militari.

 

Piero Visani
Piero Visanihttp://derteufel50.blogspot.de
Aosta, 25/07/1950 - Torino 12/04/2020 Articoli

Latest articles

Related articles

Leave a reply

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.