Julian ha bisogno di te

(-021) — Stasera le cose sono più chiare, e ci sono anche alcune novità.

Due notizie importanti.

A correzione di quanto detto stamani, Julian non è libero.

Il 26 alla ore 9 di mattina Julian si costituirà in territorio americano, dove verrà processato da un giudice americano. Altro che “libero”.

Se tutto andrà bene, e gli impegni verranno rispettati, alle 1:00 di stanotte Julian, dopo essere giunto in aereo alle isole Marianne, entrerà nel tribunale da imputato, e ne dovrebbe uscire da condannato, reo “confesso”, con pena già scontata.

Dovrebbe poi risalire sul suo aereo e volare direttamente in Australia a casa sua … se tutto andrà bene, se gli impegni saranno rispettati, e nulla di imprevisto accadrà.

Incrociamo le dita stanotte!

Ora l’aereo … già, forse non sapete che, come parte degli accordi, Julian l’ha dovuto noleggiare dal governo australiano, e dovrà pagarlo di tasca sua. Parliamo di mezzo milione di euro, più o meno.

Inoltre ha bisogno di una sistemazione e di terapie mediche importanti (e quindi costose), e non ha certo avuto modo di lavorare negli ultimi 14 anni.

Per farla breve, il comitato che lo ha assistito in questi anni ha richiesto per lui un aiuto economico.

Se sentite di avere un debito di riconoscenza verso Julian, o se semplicemente vi sembra giusto aiutarlo, potete inviare il vostro contributo a questo link.

Scrivere a CassandraTwitterMastodon
Videorubrica “Quattro chiacchiere con Cassandra”
Lo Slog (Static Blog) di Cassandra
L’archivio di Cassandra: scuola, formazione e pensiero

Licenza d’utilizzo: i contenuti di questo articolo, dove non diversamente indicato, sono sotto licenza Creative Commons Attribuzione — Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale (CC BY-SA 4.0), tutte le informazioni di utilizzo del materiale sono disponibili a questo link.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.