Giornata mondiale della Tolleranza

Carissimi Amici/che,

Come sapete bene, il documento più importante in assoluto approvato dall’Assemblea delle Nazioni Unite (insieme con la Convenzione dei Diritti del Fanciullo) è la Dichiarazione Universale dei Diritti dell’Uomo (approvato il 10 dicembre 1948). Un documento estremamente sintetico, ma che racchiude in sé le basi della convivenza tra i popoli, una convivenza che molto spesso è basata sulla “tolleranza”.

Per ricordare l’importanza di questo principio, nel 1995, l’Assemblea Generale delle Nazioni Unite, con la risoluzione 51/95, ha proclamando il 16 novembre Giornata internazionale per la tolleranza. A questa decisione è seguita immediatamente la Dichiarazione dei principi sulla tolleranza da parte degli Stati membri dell’UNESCO.

Tolleranza non vuol dire indulgenza né indifferenza. Tolleranza vuol dire “rispetto e apprezzamento per la ricca varietà delle culture del nostro mondo, delle nostre forme di espressione e dei nostri modi di essere umani”. E riconoscere i diritti umani universali e le libertà fondamentali degli altri.

Purtroppo, nel mondo, questo concetto sembra aver perso ogni significato. I concetti di Pace, di Non Violenza (per l’UNESCO alla base della Tolleranza) sembrano essere stati dimenticati. E a soffrirne più di tutti sono i BAMBINI. Molti di loro sono costretti vivere in Paesi in guerra. Le violenze nei loro confronti sono in aumento (specie quelle a sfondo sessuale: non è un caso se, quest’anno, il 18 Novembre, per la prima volta si celebrerà la Giornata mondiale per la prevenzione e la guarigione dallo sfruttamento sessuale dei minori, dagli abusi e dalla violenza).

In occasione della Giornata mondiale della Tolleranza, il Kiwanis Distretto Italia San Marino ha deciso di sottolineare l’importanza di questo concetto e invita i Club e le Divisioni impegnati nella realizzazione di eventi per la Giornata mondiale del Fanciullo a ricordare i concetti che sono alla base della Tolleranza. A sottolineare l’importanza di Principi come Democrazia e Cittadinanza globale. E il rispetto dei Diritti degli altri (primi tra tutti, i Diritti contenuti nella CRC), l’Inclusione, la Non Discriminazione e la Libertà di Espressione .

Una delle forme di intolleranza più gravi è la discriminazione razziale. Tema oggetto di discussione in questi giorni, in Italia e nel resto del mondo. Proprio per questo motivo, in occasione della Giornata Mondiale della Tolleranza, l’UNESCO ha  deciso di lanciare una campagna dal titolo #IamAntiRacist su social media Twitter, Facebook, Instagram e TikTok.

Ai Soci e ai Club che volessero aderire, basterà realizzare un breve video (da 20 secondi a un minuto) nel quale viene mostrato come si cerca di combattere il razzismo giorno dopo giorno e pubblicarlo sul proprio account dal 6 al 28 Novembre utilizzando l’hashtag #IamAntiRacist e il tag @UNESCO. I migliori dieci video a livello mondiale saranno pubblicati sulle piattaforme social dell’UNESCO e saranno proiettati durante il secondo Forum globale contro il razzismo e la discriminazione che si terrà dal 28 al 29 Novembre 2022 a Città del Messico.

Con affetto.

C.Alessandro Mauceri

Chair Giornata mondiale della Tolleranza
Kiwanis Distretto Italia San Marino

C. Alessandro Mauceri
C. Alessandro Mauceri
Da oltre trent’anni si occupa di problematiche legate all’ambiente e allo sviluppo sostenibile, nonché di internazionalizzazione. È autore di diversi libri, tra cui Moneta Mortale e Finta democrazia. Le sue ricerche e i suoi articoli sono pubblicati su numerosi giornali, in Italia e all’estero. Articoli

Latest articles

Previous article
Next article

Related articles

Leave a reply

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.