Firenze – Breve storia dei trasporti pubblici

La grande spinta alla ricostruzione che caratterizzò gli anni dell’immediato dopoguerra e la volontà di ripristinare le infrastrutture del paese distrutto diede nuovo impulso anche al trasporto urbano.

1 aprile 1951 si inaugura la linea filoviaria”L” dalla Stazione a via Carlo del Prete (zona industriale)

Nel 1945 il Consiglio Comunale costituisce una nuova società per la gestione dei servizi, l’ATAF, che si dedica al ripristino e  alla ricostruzione degli impianti.

1952 – Filobus Viberti sulla Bolognese nuova
1953 – Piazzale Michelangelo autobus Alfa Romeo carrozzato Garavini
1958 – Filobus in Piazza San Marco diretto a Fiesole

Dal 1950 al 1954 provvede a migliorare ed estendere la rete urbana e inizia il graduale ammodernamento dei veicoli dando inizio alla graduale sostituzione dei veicoli su rotaia a quelli su gomma.

 

Trasporti pubblici: 1 ottobre 1957
1983 – Bipiano Aerfer della linea 9 per l’Isolotto

Nel 1983 la lunghezza di esercizio della rete è di 723 km dei quali 276 urbani e 447 extraurbani, le linee complessive sono 61 e il numero di automezzi impiegati 524.

1983 – Piazza Stazione, autobus Breda della linea 31 diretto a Grassina

Nel 1985 fu prevista la costruzione di due linee di metropolitane di superficie per complessivi 25 km lungo due assi principali: Bagno a Ripoli – Sesto Fiorentino e Scandicci – Careggi. Stiamo ancora aspettando che siano concluse.

Titoli di viaggio in uso fra il 1947 e il 1953
alessandro-ferriniAlessandro Ferrini 
tuttatoscana.net

 


 

Latest articles

Related articles

Leave a reply

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.