“EUREKA”:

Domenico-Fetti_Archimedes_1620

UN’ESCLAMAZIONE FAMOSA PER UN IMPORTANTE PRINCIPIO FISICO

Archimede di Siracusa è conosciuto come uno dei maggiori matematici e fisici dell’antichità. A lui si devono importanti studi sulla geometria, ricerche avanzatissime sulla leva e la carrucola, nonché molte invenzioni di vario genere, quali gli specchi ustori con i quali incendiò le navi romane, la catapulta ed alcune macchine per lanciare proiettili.
Egli nacque nel 3° secolo a.C. a Siracusa, città governata da Gerone. Questi un giorno aveva dato molto oro ad un tale affinchè realizzasse una corona votiva da offrire agli dei; l’artista, però, ne trattenne buona parte per sè e lo sostituì con argento. Il sovrano ed alcuni suoi consiglieri nutrirono subito dei sospetti e, poichè non si trovava alcun modo per dimostrare la frode, nè vi era qualcuno in grado di suggerire qualcosa di utile allo scopo, diedero incarico ad Archimede di trovare un sistema per venire a capo del problema. Egli dapprima non disse nulla, ma poco tempo dopo, mentre faceva il bagno, notò che dalla vasca fouriusciva tanta acqua  quanto era la massa del suo corpo immerso. Tutto preso da una folgorante intuizione, Archimede uscì dalla vasca e, nudo com’era, cominciò a correre per ogni angolo della casa gridando: “Eureka” che significa (ho trovato). In tal modo egli aveva scoperto il principio fisico che da lui prese il nome. La sua esclamazione è usata ancora oggi per eprimere la soddisfazione di aver trovato la soluzione ad un problema di notevole difficoltà.

——————————————————-

Latest articles

Previous article
Next article

Related articles