Considerazioni sul Financial Trading

A quanti, con una certa insistenza continuano a chiedermi informazioni sul trading finanziario o sui cosiddetti programmi ad altro rendimento (HYIP, o PPP che chiamarli si voglia), rispondo sempre e qui lo confermo, con le seguenti considerazioni:

  • questi programmi, come prodotti finanziari standard non esistono. Infatti, se provate ad andare in una qualsiasi banca, anche la più grande e chiedete di voler partecipare ad un programma che vi dia un rendimento annuo (diciamo piccolo) del 200%, il funzionario, direttore o dirigente vi ride addosso.
  • Con quanto sopra affermo anche che, se li volete fare, dovete saperli fare, perché si possono fare: basta saperli costruire.

Costruire un programma finanziario ad alto rendimento non è da tutti, ma una volta visto come si fa, non è difficile ripeterlo.

Che cos’è un programma finanziario ad alto rendimento

Innanzitutto i programmi finanziari si effettuano in moneta (USD, EUR, CHF, e quant’altro), nient’altro che in moneta. Si possono fare anche se si è in possesso di “real assets” (immobili, gioielli, dipinti, etc), ma bisogna trasformare questi beni in moneta, proprio per dargli un valore contabile ed una opportunità di scambio finanziario.

Se mi concedete un attimo di attenzione e di pazienza, esprimo in termini matematici (molto semplici) la formula per costruire e gestire un programma finanziario ad alto rendimento:

M = c1 . L . Ir . Rpy

dove

M = Montante, vale a dire quanto guadagnate incluso il capitale iniziale

C1 = Capitale iniziale (che puntate)

L = il Leverage (ovvero di quante volte riuscite ad aumentare il capitale iniziale puntato con appropriate manovre finanziarie).

Ir = con quale percentuale guadagnate su ogni operazione. Molti credono che sia tutto qui il segreto, ma si sbagliano, perché in queste operazioni non vi è nulla di magico.

Rpy = Il numero delle volte che fate girare (Rolling) il vostro programma in un anno.

Questa semplicissima formula, applicata nel suo insieme, può dare rendimenti annui elevatissimi. Proviamo ad analizzare il perché.

Cenni sulla leva finanziaria (o leverage)

La leva finanziaria è la più grande invenzione (drittata) della finanza escogitata da Bretton Wood in poi.

Se io riesco ad elevare il capitale iniziale di 10 a 100, guadagno il 1000%, se lo elevo a 50 guadagno il 500& e così via, a prescindere da quello che faccio poi con questo capitale incrementato.

Per fare leva si lavora abitualmente con la compravendita di BG o altri titoli finanziari SBLC, MTN o altro. In effetti, si comprano titoli che sono offerti al massimo al 65/70& del valore facciale e si rivendono all’80/85% del valore facciale stesso. Badate che queste cose bisogna saperle fare, non le possono fare tutti andando in banca o al mercato. Come potete notare, ad ogni operazione io incremento il mio capitale iniziale di un 10/15% e così via.

Voi certamente chiederete chi possano essere questi ingenui che vendono titoli finanziari al 65/70% del valore facciale. Bene,la risposta è: tutti quelli che si rendono conto che un qualsiasi strumento finanziario non vale nulla fino a quando qualcun altro lo accetta e lo fa circolare (proprio come le banconote, ossia i biglietti di banca). Quando l’emettitore ha trasferito ad un terzo il suo strumento, allora entra in possesso di moneta “sonante” con la quale può fare quello che vuole.

Una volta effettuato il leverage, voi avete già fatto un primo lauto guadagno, ma state tranquilli che se non arrivate poi fino in fondo, nessuno vi lascia fare il leverage facilmente. Questo tipo di leverage riescono a farlo i grandi fondi pensione e quei macroammassi finanziari che condizionano il mondo.

A questo punto una domanda nasce spontanea: ma stiamo lavorando correttamente o stiamo imbrogliando?

La risposta è: questi programmi si fanno “secundum legem”, oppure “praeter legem”, dal momento che “contra legem” non vi è nessun opportunità di operare, o di farla franca. Voi mi insegnate che in Italia le operazioni devono essere tutte “secundum legem”, ossia vale il principio (tutto quello che non è previsto dalla legge è reato), vero. Ma nelle giurisdizioni anglosassoni, vale il principio (tutto quello che non è proibito, è permesso).

Pertanto mi sento di affermare che le attività finanziarie di questo tipo sono tutte lecite e, quando un mercato odora di dubbio, si preferisce evitarlo, visto che si può operare in telematica in tutto il mondo.

Che cos’è l’interest rate di un’operazione

E’quanto guadagno in ogni operazione finanziaria o commerciale che faccio. Molti ritengono che il segreto del trading finanziario sia su elevatissimi tassi d’interesse, ma questo è completamente falso. I margini di guadagno sono quelli standard, non v’è nessuna possibilità innovativa o di magia. Il segreto dell’alto rendimento sta, come vedremo in seguito, sul numero totale delle operazioni (Rolls).

Il Rolling

Rolling indica l’azione di “ripetere, far rullare” il maggior numero di volte una o più operazioni finanziarie.

Ad es., quando una nave carica di petrolio greggio inizia il suo viaggio di trasporto, per mezzo dei contratti futures quel carico è comprato e rivenduto almeno una volta al giorno. Considerando che una nave impiega circa un mese ad arrivare a destinazione e che un contratto future in overnight guadagna mediamente 1,5% ci si rende conto che in questo modo posso guadagnare il 45% in un mese e che, se ho fatto un leveredge che mi ha potenziato il capitale iniziale di (diciamo 10 volte), io posso guadagnare il 450% al mese.

Come si può vedere, la logica delle operazioni è semplice, ma vi prego, quando la raccontate in giro, fatelo “cum grano salis”, altrimenti vi potrebbero prendere per pazzi, visionari e finanche imbroglioni.

EF

 

 

 

Latest articles

Related articles